Chrysaora fuscescens – Ortica del Pacifico

235

Chrysaora fuscescens

La Chrysaora fuscescens è una medusa urticante appartenente alla famiglia Pelagiidae. In lingua inglese è conosciuta come Pacific sea nettle che in italiano significa ortica del Pacifico.

Chrysaora fuscescens - Ortica del PacificoQuesti organismi marini normalmente galleggiano sull’acqua e si lasciano trasportare dalle correnti. A volte invece utilizzano un vero e proprio mezzo di propulsione per muoversi. La medusa ortica del Pacifico infatti contrae il suo ombrello per spingere l’acqua dietro di lei ed ottenere così una spinta propulsiva.

A causa della bellezza dei colori del suo ombrello e del suo disegno, la Chrysaora fuscescens è diventata molto popolare tra i possessori di acquari. Infatti, se la temperatura dell’acqua è tenuta a condizioni ottimali, questa medusa vive bene anche in cattività.

Il suo nome deriva dalla mitologia greca. Chrysaor era figlio di Poseidone e Medusa ed il suo nome significa falcione d’oro. Il falcione era una potente spada che era in grado di tagliare un’armatura. In questo caso quindi il nome è dovuto sia alla capacità della medusa di infliggere dolorose punture che al colore della sua campana.

Il nome fuscescens invece significa scuro, probabilmente a causa delle venature più scure presenti sull’ombrello.

Aspetto

La Chrysaora fuscescens ha un ombrello (o campana) di un bel colore dorato con sfumature e striature marrone rossastro. Il diametro della campana può raggiungere anche dimensioni superiori al metro. Tuttavia queste meduse hanno un ombrello che in genere misura 30 cm. Dai margini dell’ombrello scendono 24 tentacoli che possono raggiungere i 5 metri di lunghezza.

Dal centro della campana scendono invece 4 braccia orali, di colore bianco, che possono raggiungere i 3 metri. Sulla campana sono presenti delle verruche che contengono i nematocisti, ovvero gli organi urticanti delle meduse. Questi, oltre che sulla campana, sono presenti anche sui tentacoli.

Habitat

La medusa ortica del Pacifico è presente nell’oceano Pacifico, nel Mar di Kamchatka e nel mare di Bering. È molto comune lungo le coste dell’Oregon, della California, lungo le coste del Giappone, della Siberia e dell’Alaska.

Chrysaora fuscescens - Ortica del Pacifico

In autunno ed in inverno la Chrysaora fuscescens si sposta nelle baie e vicino alle coste, nelle acque basse. In primavera ed in estate queste meduse formano spesso grandi gruppi nelle profondità al largo degli degli oceani. A volte è possibile scorgere questi sciami anche a ridosso delle zone costiere.

L’aspettativa di vita della medusa ortica del Pacifico è di circa 6 mesi. In cattività, con condizioni ambientali ottimali, la Chrysaora fuscescens può vivere anche 18 mesi.

Alimentazione

La medusa ortica del Pacifico è una creatura carnivora. Si nutre prevalentemente di zooplancton, pesci, crostacei, uova, altre meduse e lumache pelagiche. Mentre nuota, grazie alla campana ed ai tentacoli, la medusa forma una grande superficie con cui catturare le prede. Quando uno di questi 2 organi entra in contatto con una preda, i nematocisti si attivano. Le vescicole urticanti iniettano così la tossina nella preda che viene paralizzata.

La preda viene prima afferrata dalle braccia orali che provvedono ad una parziale digestione della vittima. In seguito il processo digestivo viene completato all’interno della cavità gastrovascolare.

Pur avendo un effetto urticante, la Chrysaora fuscescens è predata dai grandi pesci e da molte specie di uccelli marini.

Chrysaora fuscescens - Ortica del PacificoPhoto Credit: Wikimedia Commons

Veleno della Chrysaora fuscescens

Fortunatamente la tossina presente in questa specie di medusa non è molto pericolosa per l’uomo. L’analisi del suo veleno ha rilevato la presenza di 163 proteine delle quali soltanto 27 sono state classificate come pericolose. Queste sono state raggruppate in 6 famiglie proteiche: proteine, allergeni, lectine di tipo C, esotossine, idrolasi di glicosidi ed inibitori dell’enzima.

Qundo si entra in contatto con la medusa ortica del pacifico il dolore della puntura è paragonabile a quello di un’ape comune. In assenza di allergie, gli effetti non sono preoccupanti ed il dolore svanisce da solo. In caso d’allergia alle tossine invece si può andare incontro a shock anafilattico. Se quindi dopo il contatto con questa medusa, oltre al dolore, compaiono anche altri sintomi, è necessario recarsi d’urgenza presso un presidio medico.

Riproduzione

La Chrysaora fuscescens è in grado di riprodursi sia in modo sessuale che asessuale. La riproduzione sessuale avviene allo stadio di medusa mentre quella asessuale avviene allo stato di polipo.

Il ciclo riproduttivo comincia quando la femmina recupera lo sperma prodotto dai maschi per fecondare le uova che tiene in bocca. Le uova restano poi ancorate alle braccia orali e si traformano in planule. In seguito le planule si trasformano in polipi e vengono rilasciati nell’acqua, dove poi si attaccano ad una superficie solida.

Qui i polipi si riproducono in modo asessuato dando vita ad una copia identica di se stessi. Quando i polipi sono completamente formati, cominciano la loro vita nell’oceano dove in breve tempo si trasformano in delle meduse.

Diffusione

Chrysaora fuscescens - Ortica del Pacifico
Mappa diffusione Chrysaora fuscescens – Ortica del Pacifico

La Chrysaora fuscescens è presente nell’oceano Pacifico, nel Mar di Kamchatka e nel mar di Bering. Gli stati le cui coste sono interessate dalla sua presenza sono: Giappone, Russia, Alaska, Siberia, Bassa California, California, Oregon, Washington e Columbia Britannica.

Chrysaora fuscescens – Ortica del Pacifico

Potrebbero interessarti:

Pelagia noctiluca

Carukia barnesi

Chironex fleckeri