Serpente di mare dal ventre giallo – Hydrophis platurus

580

Serpente di mare dal ventre giallo – Hydrophis platurus

Il serpente di mare dal ventre giallo, nome scientifico Hydrophis platurus, è un serpente marino appartenente alla famiglia Elapidae. È conosciuto anche con il nome inglese yellow-bellied sea snake.

Hydrophis platurus - Serpente marino dal ventre gialloPhoto Credit: Wikimedia Commons

Il serpente di mare dal ventre giallo viene chiamato anche con il nome scientifico Pelamis platurus perché è stato considerato da sempre l’unico membro del genere Pelamis. Recenti prove molecolari però, hanno suggerito che questa specie è correlata al genere Hydrophis.

Il termine Hydrophis deriva dal greco hudor, che significa acqua e ophis, che significa serpente. Il nome della specie platurus deriva dalla parola greca platus , che significa piatto e oura, che significa coda. Il nome scientifico di questa specie significa quindi letteralmente “serpente d’acqua dalla coda piatta”.

Aspetto

Il serpente di mare dal ventre giallo è di medie dimensioni. I maschi hanno una lunghezza media compresa tra i 55 ed i 75 cm, le femmine possono arrivare ai 90 cm. La lunghezza massima documentata per questi rettili è di 133 cm.

Il suo corpo è molto appiattito ai lati, proprio come un pesce. La testa è grande, molto allungata e poco distinta dal corpo. I denti veleniferi misurano appena un millimetro e mezzo. Le narici sono poste in alto e dispongono di valvole per non far entrare l’acqua quando si immerge.

Il colore del dorso di questo serpente marino è nero o marrone scuro. Come suggerisce il nome, ha invece il ventre di colore giallo acceso, marrone chiaro o color crema. A volte sul ventre possono essere presenti delle macchie o delle strisce scure. I due colori sono ben delimitati e rendono questo rettile facilmente riconoscibile. Esistono degli esemplari completamente gialli.

La coda ha una caratteristica forma a pagaia ed è molto compressa lateralmente. È solitamente più chiara del resto del corpo e presenta un motivo irregolare con macchie scure su fondo giallo o color crema.

Le squame sono piccole ed esagonali. Le squame ventrali solo leggermente più grandi di quelle dorsali.

Habitat del Serpente di Mare dal Ventre Giallo

Il serpente di mare dal ventre giallo è uno dei serpenti più ampiamente diffusi nel mondo. Questo perché è un animale pelagico e la sua distribuzione è determinata prevalentemente dalla temperatura favorevole dell’acqua e dalle correnti oceaniche.

Per sopravvivere a lungo questi animali hanno bisogno di almeno 18 ° C. Sono dotati di ghiandole per eliminare il sale in eccesso. È stato osservato che possono sopravvivere anche in acqua dolce per più di sei mesi.

Comportamento

Il  serpente di mare dal ventre giallo è attivo sia di giorno che di notte. Vive in grandi gruppi, preferimente in acque non troppo profonde. Questo per avere maggiori opportunità di accoppiarsi e catturare prede. Usa le correnti superficiali e le tempeste per spostarsi nell’oceano.

Ovviamente, l’Hydrophis platurus è un nuotatore eccezionale e tutto il suo corpo si è adattato a questo scopo. Dato che svolge tutta la sua vita in mare pur non essendo un pesce, riesce ad assorbire il 33% del suo fabbisogno di ossigeno attraverso la pelle, semplicemente nuotando a fior d’acqua. Questo prolunga di molto i suoi tempi di immersione rispetto ad altri rettili.

Il suo corpo compresso, le sue squame piccole e la sua coda a pagaia però, pur essendo ideali per il nuoto, lo rendono estremamente lento e maldestro sulla terraferma. È per tale motivo che il serpente di mare dal ventre giallo esce molto raramente dall’acqua.

Questo animale non attacca mai volontariamente l’uomo, preferisce sempre fuggire. Tra l’altro la sua bocca è molto piccola, con un’apertura spesso insufficiente per dare un morso agli esseri umani.

Morderà solo a scopo di difesa se viene minacciato o catturato. Bisogna considerare quindi che un morso da parte di questi serpenti marini non è mai immeritato!

Per questi motivi, oltre al fatto che la frequenza degli incontri con questi rettili è molto bassa, i morsi agli esseri umani sono estremamente rari.

Alimentazione e Tecniche di Caccia

Questa specie si nutre di piccoli pesci che vivono in superficie e di larve.

Il serpente di mare dal ventre giallo caccia in gruppo, galleggiando sulla superficie dell’acqua in attesa che la preda si avvicini. Visualizzano i pesci e li catturano nuotando all’indietro, con un rapido morso.

Contrariamente a quanto si crede, i serpenti marini hanno bisogno di bere acqua dolce per sopravvivere. L’Hydrophis platurus beve le precipitazioni che si depositano sulla superficie dell’acqua di mare. Tuttavia può riuscire a sopravvivere ad una grave disidratazione, e può resistere fino a 7 mesi senza bere.

Veleno del Serpente di Mare dal Ventre Giallo

Il veleno del serpente di mare dal ventre giallo è molto potente, ha un LD50 sottocutaneo pari a 0,067 mg/kg. È un veleno neurotossico, che agisce cioè sul sistema nervoso ed è considerato tra i più pericolosi dei serpenti velenosi.

La resa del veleno può arrivare a 4 mg. Può effettivamente costituire un pericolo per l’uomo e può essere perfino mortale in grandi quantità.

Sintomi

Dopo il morso del serpente di mare dal ventre giallo, i sintomi locali sono dolore e gonfiore nella zona della ferita. I sintomi sistemici possono comparire dopo diverse ore ed includono:

  • Mal di testa
  • Vertigini
  • Nausea e vomito
  • Diarrea
  • Dolori addominali
  • Convulsioni
  • Spasmi muscolari
  • Disartria
  • Collasso

La morte può sopraggiungere a causa della paralisi neuromuscolare e dei danni irreparabili ai reni.

Trattamento di Primo Soccorso e Antidoto

Quando si viene morsi da un serpente di mare dal ventre giallo bisogna raggiungere un ospedale il prima possibile.

Non tagliate la ferita, né cercate di succhiare via il veleno. Evitate di mettere creme o pomate sul morso. Non prendete antidolorifici o sedativi perché renderebbero difficile ai medici il riconoscimento dei sintomi.

Praticate una fasciatura a pressione, come quelle che si fanno in caso di distorsione. Cercate di steccare l’arto, anche con mezzi di fortuna.

Contro il veleno del Hydrophis platurus si usa l’antidoto studiato per un altro serpente di mare, l’Enhydrina schistosa.

In assenza di questo antidoto, può essere usato l’antidoto contro il veleno del serpente tigre o altri antidoti polivalenti.

Hydrophis platurus - Serpente marino dal ventre giallo

Riproduzione

Il serpente di mare dal ventre giallo è ovoviviparo. Le uova si schiudono quindi nel corpo della madre per dare alla luce piccoli vivi.

Questa specie si riproduce in acque tiepide e la gestazione dura circa 6 mesi. Le nidiate sono piccole, formate di solito da 2 ad 8 piccoli.

Le femmine partoriscono i loro piccoli nelle pozze di marea.

Conservazione

Secondo la lista rossa IUCN, il serpente di mare dal ventre giallo desta “minima preoccupazione”. Non è quindi consideratauna specie a rischio di estinzione.

È una specie largamente diffusa e vive in acque libere. Qui il suo habitat è maggiormente al sicuro rispetto alle attività umane.

Diffusione

Mappa diffusione Hydrophis platurus - Serpente marino dal ventre giallo
Mappa diffusione Hydrophis platurus – Serpente marino dal ventre giallo

L’Hydrophis platurus si trova nelle acque oceaniche tropicali di tutto il mondo.

Ecco dove possiamo trovarlo:

  • Nell’Oceano Indiano. In Madagascar, Tanzania, Somalia, Bangladesh, Mozambico, Kenya, Sudafrica, Mauritius, Emirati Arabi Uniti, Pakistan, Birmania, India, Iran, Sri Lanka, Maldive, Seychelles, Birmania, Oman, Yemen, Singapore, Thailandia e Malesia.
  • Nell’Oceano Pacifico occidentale. In Vietnam, Cina, Taiwan, Corea, Giappone, Russia, Filippine, Indonesia, Australia, Papua Nuova Guinea, Tasmania, Isole Salomone, Micronesia, Vanuatu, Nuova Caledonia, Nuova Zelanda , Fiji e Nauru.
  • Nell’Oceano Pacifico orientale. In Messico, Guatemala, Honduras, Polinesia Francese, El Salvador, Hawaii, Nicaragua, Costa Rica, Galápagos, Panama, California, Colombia, Cile, Ecuador e Perù.
  • Nell’Oceano Atlantico meridionale. In Namibia e sulla costa nord-occidentale del Sud America, in particolare nella Guyana francese.

È l’unico serpente marino ad essere stato trovato nell’Oceano Atlantico, sebbene solo in zone limitate. La presenza del serpente di mare dal ventre giallo nell’Atlantico è dovuta piuttosto ad una dispersione in queste acque della sua gamma nativa del Pacifico.

Serpente di mare dal ventre giallo – Hydrophis platurus