Vespa di Mare – Chironex fleckeri

1495

Vespa di mare

Medusa Vespa di Mare – Chironex fleckeri

La vespa di mare, anche nota come cubomedusa o medusa scatola, è uno degli animali più velenosi al mondo. Il suo nome scientifico è Chironex fleckeri ed appartiene alla famiglia Chirodropidae, genere Chironex.

Vespa di mare - Chironex fleckeri
Foto: Digi_shot @Flickr

Attualmente è considerato l’animale marino più velenoso al mondo, le sue punture infatti sono quasi sempre fatali. Nei mari dell’Australia, uno dei luoghi dove la vespa di mare vive, dal 1884 ad oggi, ha causato almeno 63 morti. Nelle Filippine invece si stima che i morti siano 20-40 all’anno.

Caratteristiche

La cubomedusa o medusa scatola, è caratterizzata da una campana a forma di scatola (o cubo), che potremo identificare come la testa. Questa campana è formata da 4 facce ben distinte ed è di color azzurro. Questo colore la rende quasi invisibile in acqua e quindi ancora più pericolosa per chi incrocia la sua strada.

Il diametro della campana può arrivare a 30 cm negli esemplari adulti ed il peso a 2 Kg. La vespa di mare è dotata di 60 tentacoli che possono raggiungere i 3 metri di lunghezza. Su ogni tentacolo sono presenti migliaia di cellule velenifere,  chiamate nematocisti, che le meduse utilizzano per cacciare e per difendersi dai predatori.

Quando le meduse nuotano, i tentacoli si accorciano per acquisire efficienza dal punto di vista della propulsione. La loro dimensione si riduce quindi a 5-10 cm e gli permette di raggiungere i 7 Km/h di velocità.

Quando invece la vespa di mare caccia, i tentacoli si distendono fino a raggiungere 3 metri di lunghezza.

Vespa di mare - Chironex fleckeri
Cubomedusa – Chironex fleckeri

Questo animale acquatico si differenzia dai suoi simili per la vista. Anche se l’argomento non è ancora stato chiarito del tutto, sembra che la Chironex fleckeri, a differenza delle altre meduse che sono cieche, sia dotata di occhi.

Hanno 4 serie da 6 occhi ciascuna che permettono loro di vedere le prede.

Dieta

La medusa scatola va a caccia di giorno, si ciba di piccoli pesci, crostacei ed anche di altre specie di meduse. In pratica, quando la Chironex fleckeri tocca un pesce con i suoi tentacoli, questo muore all’istante. Una volta uccisa la preda, questa viene trascinata in bocca per mezzo dei tentacoli.

Di norma questo animale si alimenta 2-3 volte al giorno. Se sta un giorno senza mangiare il suo peso si riduce del 30 %.

A differenza delle altre meduse che si lasciano trasportare dalle correnti marine, la vespa di mare caccia attivamente le sue prede. Questa particolarità si deve probabilmente al fatto che è dotata di occhi e di un sistema di propulsione.

Tra i suoi predatori vi sono alcuni tipi di tartaruga, i granchi, il pesce pipistrello ed il fieto.

Il veleno

Il veleno della cubomedusa è principalmente cardiotossico ma ha anche una componente neurotossica. È composto da una miscela di proteine e polipeptidi. Alcune sostanze note che lo compongono sono l’istamina, la catecolamina, ialurolidasi, chinina e fosfolipasi.

A testimonianza della sua elevata tossicità, il veleno ha un LD50 di 0,004 mg/Kg. Si pensi che questo veleno è ben 80 volte più potente di quello del temuto mamba nero.

La prima sensazione, dopo la puntura della vespa di mare, è un calore molto intenso diffuso in tutto il corpo. In seguito sopraggiungono spasmi muscolari, paralisi dell’apparato respiratorio ed infine l’arresto cardiaco. La cosa peggiore è che il tutto si verifica nel giro di un paio, o al massimo 3 minuti.

Anche se esiste l’antidoto, a causa della velocità con cui il veleno agisce, molte persone non sopravvivono alle sue punture.

Vespa di mare - Chironex fleckeri

Cosa Fare in Caso di Puntura

Se si viene punti dalla vespa di mare la prima cosa da fare è risciacquare le ferite con abbondante aceto per almeno 30 secondi. È stato dimostrato che questa procedura è in grado di disattivare le tossine presenti nei nematocisti non ancora attivati. In questo modo si guadagna un po’ di tempo in attesa dei soccorsi.

Nelle spiagge australiane, dove questa medusa è presente, sono state collocate delle boccette di aceto proprio per intervenire in caso di puntura.

Il veleno viene iniettato tramite una sorta di aghi sottilissimi. Questi sono lunghi un millimetro, misura sufficiente per penetrare la pelle e raggiungere i vasi sanguigni. Le probabilità di salvarsi si riducono a zero se la superficie punta dai tentacoli è molto estesa.

In caso di puntura non bisogna assolutamente usare alcool o soluzioni alcoliche sulla ferita. Anche lo sfregamento della ferita va evitato in quanto, come l’alcool, aumenterebbe la diffusione del veleno nell’organismo.

Il periodo in cui la si incontra va da novembre a maggio, in questo periodo infatti la medusa si muove per andarsi a riprodurre.

Curiosità

I tentacoli della vespa di mare restano attivi anche una volta staccati dal corpo. Anche da essiccati, se vengono reidratati, tornano allo stato naturale.

Se di giorno va a caccia, di notte la Chironex fleckeri si adagia sul fondo del mare e dorme. La loro vita media è di circa 3 mesi.

Gli unici atteggiamenti intelligenti da adottare durante la stagione delle vespe di mare sono due. O evitare di fare il bagno nelle zone infestate o indossare una tuta da sub, anche a costo di farsi ridere dietro. Questi sono gli unici due modi per evitare di essere punti.

Secondo recenti statistiche, dal 1956 al 1996, sono state più di 5.000 le persone morte a causa di questa terribile medusa.

Riproduzione

Riguardo alla sua riproduzione sappiamo ancora molto poco. I ricercatori sostengono che questi animali si spostano attraverso gli estuari dei fiumi per riprodursi. Si è giunti a questa conclusione in quanto è in queste zone che sono stati trovati i loro piccoli o polipi.

Le vespe di mare depositano le loro uova fecondate nelle foci dei fiumi prima di morire. Le uova diventano in seguito polipi che si àncorano alle rocce degli estuari. In primavera diventano meduse e cominciano a nutrirsi di gamberi.

Diffusione

Diffusione Vespa di mare - Chironex fleckeri
Diffusione Vespa di mare – Chironex fleckeri

La Chironex fleckeri si trova nelle acque costiere del nord dell’Australia, al largo delle coste del Vietnam, delle Hawaii, della Malesia e delle Filippine.

Vespa di Mare – Chironex fleckeri