Formica dalla Testa Verde – Rhytidoponera metallica

0 Condivisioni

Formica dalla Testa Verde – Rhytidoponera metallica

La formica dalla testa verde, nome scientifico Rhytidoponera metallica, fa parte del genere Rhytidoponera, nella tribù Ectatommini, sottofamiglia Ectatomminae. Appartiene alla famiglia Formicidae e all’ordine Hymenoptera, un ordine di insetti che comprende formiche, api e vespe.

Formica dalla Testa Verde - Rhytidoponera metallica

Photo Credit: Tony@Flickr

La formica dalla testa verde è conosciuta anche come Green head ant o più genericamente formica verde. Quest’ultima definizione però può causare confusione perché nel Queensland settentrionale chiamano formica verde l’Oecophylla smaragdina.

Questa specie fu descritta per la prima volta nel 1858 dall’entomologo britannico Frederick Smith. È stato però l’entomologo italiano Carlo Emery a chiamare la formica Rhytidoponera metallica nel 1897.

Nonostante il potenziale pericolo, le formiche dalla testa verde possono essere utili agli esseri umani. Svolgono un ruolo importante nella dispersione dei semi e agiscono come una forma di controllo dei parassiti, predando parassiti agricoli come coleotteri, falene e termiti.

Questi insetti vengono predati da diverse specie di uccelli e dall’echidna istrice.

Aspetto

Le regine sono le più grandi, misurano circa 7-7,4 mm. Le operaie e le regine si assomigliano molto, rendendo difficile ai meno esperti distinguere le due caste. Tuttavia le operaie hanno l’addome più compresso, allungato, e sono più piccole con una lunghezza complessiva di circa 6 mm.

I maschi sono i più piccoli di questa specie, con una dimensione di 5,5 mm.

Queste formiche hanno come colore predominante il verde metallizzato, che però varia di sfumatura a seconda della zona geografica in cui vivono. In alcuni casi, il viola prende il posto del verde. I maschi sono invece solitamente neri o comunque molto scuri.

Habitat

Questa specie vive in molti habitat come il deserto, la brughiera, le foreste aperte e i boschi. La Rhytidoponera metallica è abbondante anche nelle aree urbane, nei prati e nei giardini delle città.

Questi insetti hanno un’enorme capacità di adattamento e sono i primi ad essere visti alla ricerca di cibo nelle aree in cui si sono verificati incendi boschivi. In alcuni casi, ritornano appena dopo che le braci hanno smesso di bruciare. Anche la pioggia non rappresenta una minaccia per la formica dalla testa verde purché sia ​​una pioggia leggera.

Le formiche dalla testa verde si trovano principalmente ad altitudini comprese tra 5 e 1.000 mt sul livello del mare

Comportamento

La Rhytidoponera metallica è diurna ed è attiva tutto il giorno. Nidifica sottoterra sotto tronchi, pietre, ramoscelli e arbusti o in ceppi di legno in decomposizione, e talvolta si trova a vivere in termitai. La ​​promozione della crescita delle colonie è associata alle dimensioni del territorio, una colonia che aumenta di dimensioni richiede uno spazio più ampio per ospitare tale crescita, la covata e le operaie in più.

I modelli di assegnazione dei compiti all’interno del formicaio sono diversi nelle colonie piccole e grandi. Nelle colonie grandi i ruoli delle formiche cambiano a seconda dell’età. Le operaie più giovani agiscono come infermiere e si prendono cura della covata mentre quelle più anziane escono e cercano cibo.  Nelle colonie più piccole invece, la distinzione d’età non esiste. Tutti i ruoli vengono svolti sia dalle operaie più giovani che da quelle più anziane. Questo dimostra che l’età non è sempre il meccanismo che guida il lavoro all’interno del formicaio.

Veleno della Formica dalla Testa Verde

Il veleno della formica dalla testa verde è abbastanza potente da causare shock anafilattico negli esseri umani. Queste sono le uniche formiche non appartenenti alla specie Myrmecia a causare gravi reazioni allergiche negli esseri umani.

Questo insetto possiede un pungiglione molto potente e la sua puntura, estremamente dolorosa, non è una bella esperienza nemmeno per chi non è allergico al suo veleno. Fortunatamente il dolore non dura però a lungo ed è sufficiente un impacco di ghiaccio per alleviarlo in attesa che passi. Chi manifesta una reazione allergica, invece, deve essere portato immediatamente all’ospedale per le cure del caso.

È stato segnalato che le formiche dalla testa verde causano mortalità nel pollame.

Riproduzione

Le formiche dalla testa verde si accoppiano con maschi alati provenienti da colonie lontane, quindi non imparentate con loro. I maschi nascono irregolarmente durante tutto l’anno ma i cosiddetti voli nuziali avvengono tra settembre e novembre a temperature di 20–25 °C, quando un certo numero di maschi inizia ad emergere dal nido. La particolarità di questa specie è che i maschi possono accoppiarsi con successo anche con le operaie, oltre che con la regina.

La maggior parte delle osservazioni in natura mostra maschi che si accoppiano più con le operaie che con le regine. Questo suggerisce che la specie stia pian piano perdendo la sua casta di regine.

Le nuove colonie vengono quindi probabilmente formate da un numero di operaie fecondate che lasciano il nido d’origine. In pratica un sottoinsieme della colonia lascia la colonia principale per un sito di nidificazione alternativo. Questo processo non è però sempre vero perché comunque le regine fecondate possono stabilire con successo una propria colonia.

L’accoppiamento di solito si verifica tra le 8 e le 9 del mattino, con rapporti che durano da 30 secondi a quasi un minuto. La maggior parte delle formiche si accoppia una sola volta, ma altre possono accoppiarsi tra loro due volte.

Alimentazione

La formica dalla testa verde è una predatrice e generalmente si nutre di insetti e piccoli artropodi. Mangia anche semi, melata da insetti succhiatori di linfa, ed è un insetto saprofago, si alimenta quindi anche con materiale animale in avanzato stato di decomposizione.

Diffusione della Formica dalla Testa Verde

Mappa diffusione Formica dalla Testa Verde - Rhytidoponera metallica
Mappa diffusione Formica dalla Testa Verde – Rhytidoponera metallica

La formica dalla testa verde è autoctona dell’Australia e uno degli insetti più diffusi in questo continente. È stata introdotta in Nuova Zelanda mentre in Tasmania è del tutto assente.

Formica dalla Testa Verde – Rhytidoponera metallica

0 Condivisioni

Guarda Anche

Vespa boia - Polistes carnifex

Vespa boia – Polistes carnifex

Vespa boia – Polistes carnifex La vespa boia, nome scientifico Polistes carnifex, appartiene alla famiglia …