Hemileuca maia – Buck Moth

162

Hemileuca maia – Buck Moth

La Hemileuca maia, anche nota con il nome inglese di Buck Moth, è una falena diffusa negli Stati Uniti. Questa specie appartiene alla famiglia Saturniidae, la stessa del bruco assassino.

La Hemileuca maia è una delle 33 specie conosciute del genere Hemileuca.

Gli esemplari adulti sono innocui ma i bruchi di questa specie sono velenosi.

Aspetto

Le falene sono abbastanza grandi, hanno un’apertura alare che varia dai 5 ai 7,5 cm. Le femmine sono più grandi dei maschi. Questi ultimi si riconoscono anche per la punta dell’addome di colore rosso che invece nelle femmine è nera.

Le ali sono nere con una fascia biancastra al centro. Su ogni ala è presente una piccola macchia a forma di occhio.

I bruchi della Buck Moth hanno generalmente un colore di fondo nero o molto scuro. Possono però esserci degli esemplari molto chiari, quasi bianchi. Il torace e l’addome di questi bruchi sono ricoperti da macchioline bianche. Possono raggiungere una lunghezza di circa 6,5 cm.

I bruchi della Hemileuca maia hanno il corpo ricoperto di spine per difendersi. Le spine sono collegate a delle sacche di veleno e sono disposte in più file nella parte superiore del corpo.

Le spine di questi bruchi sono molto lunghe e ramificate.

Hemileuca Maia - Buck moth

Photo Credit: Wikimedia Commons

Habitat ed Alimentazione

La Hemileuca maia vive nei boschi di querce ma anche nelle querce di città. Questo perchè i bruchi si alimentano quasi esclusivamente di vari tipi di quercia.

Le falene adulte invece sono prive di bocca, quindi non si nutrono.

Comportamento e Riproduzione

La Hemileuca maia è una delle poche specie di falene diurne, attive cioè di giorno. Sono insetti che volano molto velocemente. È facile vedere queste falene durante le belle giornate, specie tra mezzogiorno e le due del pomeriggio, nei boschi di querce.

L’accoppiamento avviene solitamente una volta all’anno, tra settembre e dicembre. Le femmine depositano le uova in una curiosa disposizione a spirale, intorno ad un ramo di quercia. Le uova si schiuderanno in primavera, quando la pianta ospite avrà nuovi germogli.

Come tutti i lepidotteri, la Buck Moth è una specie gregaria, vive cioè in gruppo per i primi tre stadi larvali.
Dopo il terzo stadio i bruchi si disperdono ognuno per conto proprio, alla ricerca di cibo su altre querce. Verso la fine di giugno i bruchi cercano riparo sotto terra, pronti per entrare nello stadio di pupa.

Tra settembre e dicembre la Hemileuca maia abbandonerà la sua crisalide con un bel paio di ali e tutto ricomincerà da capo con l’accoppiamento.

Hemileuca Maia - Buck moth

Photo Credit: Greg Gilbert @Flickr

Veleno e Sintomi

Il veleno della Buck Moth fortunatamente non è potente. Non si corrono particolari rischi nell’essere punti da questo bruco, le reazioni gravi a questo veleno come l’anafilassi sono davvero rarissime.

Tuttavia essere punti dalla Hemileuca maia è un’esperienza tutt’altro che piacevole. La puntura è estremamente dolorosa e provoca un diffuso bruciore. Al dolore seguono arrossamento della zona colpita, prurito e gonfiore esteso. Un altro dei sintomi frequenti è la nausea.
La durata dei sintomi varia da persona a persona e può variare da un giorno ad oltre una settimana.

Il modo migliore per evitare di essere punti è, ovviamente, evitare di toccare o maneggiare volontariamente questi insetti.

Trattamento di Primo Soccorso

Se si viene punti dalla Buck Moth la prima cosa da fare è lavare la zona colpita con acqua e sapone. Lasciate asciugare all’aria. Evitate di strofinare con un asciugamano o una salvietta perché questo spingerebbe le spine più in profondità, aggravando il problema.

A questo punto procuratevi del nastro adesivo, dello smalto per unghie o della colla vinilica. Lo scopo è riuscire ad estrarre delicatamente le spine che, in caso contrario, continueranno ad iniettare tossine. Applicate il nastro adesivo sulla puntura e strappate con delicatezza. Nel caso dello smalto e della colla, applicate sulla puntura e lasciate che si asciughino fino a formare una pellicina facilmente removibile.

Una volta estratte tutte le spine della Hemileuca maia, per lenire il prurito, potete applicare alcol denaturato oppure ammoniaca. Per limitare il gonfiore, applicate impacchi di ghiaccio.

Gli antistaminici in crema o in pastiglie aiutano ad alleviare tutti i sintomi.

Diffusione

Mappa diffusione Hemileuca Maia - Buck moth
Mappa diffusione Hemileuca Maia – Buck moth

La Hemileuca maia vive in Alabama, Arkansas, California, Carolina del Nord, Carolina del Sud, Florida, Georgia, Illinois, Kansas orientale, Kentucky, Louisiana, ovest del Maine, Maryland, Massachusetts, Mississippi, Nevada, New Jersey, New York, Ohio, Oklahoma, Pennsylvania, Rhode Island, Tennessee, Texas orientale, Virginia, Virginia Occidentale e Wisconsin.

Hemileuca maia – Buck Moth