Scutigera coleoptrata – Scutigera

1355

Scutigera coleoptrata

La scutigera, nome scientifico Scutigera coleoptrata, è un insetto artropode appartenente alla famiglia Scutigeridae. Questo insetto è presente in molti paesi del mondo tra i quali anche l’Italia.

Scutigera - Scutigera coleoptrataPhoto Credit: Wikimedia Commons

Non è raro vederlo camminare sui muri di casa nostra nelle ore notturne. Chi vede la scutigera per la prima volta spesso, a causa del suo aspetto, ne rimane piuttosto impressionato.

La Scutigera coleoptrata è un centipede, un artropode metamerico dotato di un paio di zampe allungate che si diramano da ogni segmento del corpo. A causa di questa sua conformazione quindi può provocare un certo effetto in chi lo osserva per la prima volta.

Aspetto

La Scutigera coleoptrata ha un corpo allungato e rigido di colore marrone giallastro che è attraversato in lunghezza da 3 linee scure. Può raggiungere una lunghezza massima di 7 cm.

Il corpo è diviso in segmenti dai quali si diramano le lunghe e delicate zampe che in totale sono 30. La rigidità del suo corpo è dovuta alla struttura dell’esoscheletro che è composta di chitina e sclerotina.

È dotata di occhi composti ben sviluppati e di un paio di antenne posizionate sulla testa che usa come organi sensoriali. Rispetto ad altri centipedi, questi sono caratterizzati da una sorprendente abilità nel muoversi e correre velocemente.

Alimentazione

La scutigera si nutre di insetti ed altri piccoli animaletti come ragni, scarafaggi, larve di mosche, vermi, termiti e cimici.

Per identificare le sue prede, usa le antenne che hanno organi recettori degli odori e tattili.

Per catturare ed uccidere le sue prede invece, la Scutigera coleoptrata inietta loro il veleno usando il primo paio di zampe anteriori. Dopo il pasto si ritira in un luogo tranquillo per la digestione.

Scutigera coleoptrataPhoto Credit: Ies Manuel Garcia Barros a Estrada @Flickr

Habitat

In natura questo genere di insetti vive in luoghi umidi con climi temperati. Si trovano spesso nelle grotte e negli anfratti sotto alle rocce. Quando arrivano i primi freddi, tipicamente in autunno, la Scutigera coleoptrata trova riparo all’interno delle abitazioni.

Qui si solito si insedia nelle cantine, bagni, cucine e lavanderie che sono le stanze solitamente più umide. Malgrado questo, è possibile trovarla anche in ambienti più secchi come le camere dal letto.

Sono insetti notturni per cui di giorno se ne stanno al riparo nei loro rifugi. Escono di notte per procurarsi il cibo.

Veleno

La Scutigera coleoptrata non è aggressiva, per arrivare a mordere un essere umano deve trovarsi senza via di scampo e senza alternative. Le loro zampe inoltre non sono abbastanza forti da penetrare la pelle. Quando ci riescono, la loro puntura non è comunque pericolosa per gli esseri umani.

La loro puntura provoca un dolore simile a quello di una puntura d’ape. Oltre al dolore, compare spesso anche un leggero gonfiore. Tali sintomi comunque si esauriscono da soli nel giro di poche ore.

In casi molto rari possono presentarsi seri problemi di salute. Tali problemi però si verificano in caso di allergia alle blande tossine del suo veleno.

La Scutigera coleoptrata è una lontana parente della ben più velenosa scolopendra gigante.

Scutigera coleoptrataPhoto Credit: David Levine @Flickr

Riproduzione

Il corteggiamento e l’accoppiamento della scutigera avvengono durante i mesi più caldi dell’anno. In questo periodo i centipedi usano i feromoni ed i suoni per cercare la compagna con la quale accoppiarsi.

Durante la fase di accoppiamento, il maschio rilascia un sacchetto di seta che contiene lo sperma. La femmina lo prende e lo usa per fecondare le uova. Le uova vengono poi deposte al suolo e ricoperte con una sostanza appiccicosa.

In esperimenti in laboratorio il numero massimo di uova deposte dalla femmine è di 151.

Quando i piccoli escono dalle uova hanno già un aspetto simile a quello degli adulti, hanno però solo 4 paia di zampe. Durante la fase di sviluppo effettuano diverse mute durante le quali acquisiscono altre paia di zampe. Durante la quinta muta il numero di zampe è completo.

La loro aspettativa di vita va dai 3 ai 7 anni.

Altre Informazioni

La Scutigera coleoptrata pur avendo un’aspeto abbastanza inquietante, è comunque un insetto utile anche in casa. Infatti libera l’ambiente domestico da altri fastidiosi insetti come le zanzare, le formiche, le cimici dei letti e blatte.

Se avete trovato qualche esemplare in casa e desiderate liberarvene vi suggerisco di non ucciderle. Infatti oltre all’uso degli insetticidi che sono dannosi per l’ambiente è possibile tentare la strada dei rimedi naturali.

In questi casi è possibile provare a deumidificare le stanze e ad eliminare eventuali aggregazioni di insetti di cui la scutigera si nutre. È anche utile sigillare le crepe nei muri in modo di impedire l’accesso in casa a questi centipedi.

Diffusione

Mappa diffusione Scutigera coleoptrata
Mappa diffusione Scutigera coleoptrata

La Scutigera coleoptrata si trova principalmente in Europa ed in Nord America. Alcuni esemplari tuttavia sono stati rinvenuti in alcune regioni dell’Asia e anche in Egitto. Ecco i paesi in cui è possibile incontrare questo centipede.

Alabama, Albania, Arizona, Australia, Austria, Bassa California, Bulgaria, California, Carolina del Nord, Carolina del Sud, Cina, Colorado, Connecticut, Corea del Sud, Croazia, Delaware, Egitto, Francia, Georgia, Germania, Idaho, Illinois, Indiana, Iowa, Italia, Kansas, Kazakistan, Maine, Massachsetts, Messico, Michigan, Minnesota, Missouri, Nebraska, New Hampshire, New York, Nuova Zelanda, Nuovo Messico, Ontario, Pennsylvania, Portogallo, Quebec, Serbia, Slovenia, Sonora, Spagna, Tennessee, Texas, Vermont, Virginia, Washington e Wisconsin.

Scutigera – Scutigera coleoptrata