Bambino Punto da un Trigone, è Grave

230

Bambino Punto da un Trigone

Il bambino punto da un trigone è italiano, più esattamente di Genova, e ha solo 12 anni. Si trovava in vacanza con la sua famiglia in Costa Rica ma dal 20 ottobre scorso è ricoverato nell’ospedale civile di San José.

Bambino Punto da un Trigone
Bambino Punto da un Trigone in Costa Rica

Da una prima ricostruzione pare che il ragazzino stesse giocando in riva al mare con un suo amico nella provincia di Guancaste, in una spiaggia chimata La Mina. Mentre stava giocando con l’amico, sarebbe stato urtato da un trigone, una specie di pesce cartilagineo simile alla razza.

Il pesce avrebbe colpito il bambino con il suo aculeo velenoso al collo, provocandogli una grave paralisi dal collo in giù.

Il bambino è stato immediatamente soccorso dai sanitari locali che sono riusciti a salvargli la vita.

I Trigoni e il loro Veleno

Questi pesci sono molto grandi e possono raggiungere dimensioni notevoli, fino a 2,5 mt di lunghezza. Il loro aculeo, situato sulla sommità della coda e collegato a ghiandole velenifere, può raggiungere i 35 cm di lunghezza.

Il veleno di questa specie è composto da enzimi molto tossici che possono portare anche a conseguenze gravi. I sintomi vanno da un banale gongfiore nella zona della puntura a contrazioni muscolari, dalla paralisi degli arti allo shock anafilattico.

Tuttavia è possibile limitare i danni con tempestive cure mediche che, di solito, consistono in forti dosi di antibiotici.

Bambino Punto da un Trigone
Bambino Punto da un Trigone in Costa Rica

Bambino Punto da un Trigone: il Rientro in Italia

Nonostante le cure immediate, la salute del bambino desta serie preoccupazioni. I genitori stanno cercando di riportarlo in Italia e per questo hanno già preso accordi con l’ospedale Maggiore di Bologna. Questo ospedale è uno dei migliori centri antiveleno in Italia e dispone, ovviamente, di un dipartimento di chirurgia vertebrale.

Il trasporto del ragazzino non è però così facile proprio per le sue condizioni di salute. L’ambasciatore italiano a San Josè ha preso contatti con la Farnesina, per ottenere un volo di Stato.

Il governatore della liguria Toti ha contattato il premier Conte e il ministro degli Esteri di Maio per chiedere l’autorizzazione del volo di stato a causa dell’urgenza della situazione.

Aggiornamento

Oggi 18/11/2019 il bambino punto da un trigone in Costa Rica è arrivato all’ospedale di Bologna a bordo di un volo dell’Aeronautica Militare. Il viaggio è durato 13 ore ed a bordo c’erano anche il familiari del bambino genovese. Al momento il bambono è ricoverato nel reparto di chirurgia dove sarà seguito da dottor Federico De Lure.

Bambino Punto da un Trigone