Dendrobates auratus – Dendrobate Dorato

467

Dendrobates auratus – Dendrobate Dorato

Il dendrobate dorato, Dendrobates auratus, è un anfibio che appartiene alla famiglia Dendrobatidae. Questa specie di rana è terrestre e, sebbene sia presente solamente in una piccola parte della terra, al momento non è a rischio estinzione.

Dendrobate dorato - Dendrobates auratusAspetto

La Dendrobates auratus è una rana caratterizzata non solo da colori vivaci ma anche da una grande varietà di colori. Fino ad ora ne sono state identificate 15 diverse varietà.

La maggior parte di loro hanno colore verde, bianco o azzurro solcati da strisce o macchie circolari nere. Vi è anche una varietà di color marrone con bande nere. La loro pelle è liscia ed ospita ghiandole velenifere che sono diffuse su tutto il corpo.

In natura il colore vivace di certi animali serve come deterrente per i predatori. I colori sgargianti e vivaci sono indicatori di tossicità e quindi pericolosità dell’animale.

Nel loro genere il dendrobate dorato è uno dei più grandi. Le femmine, che misurano dai 27 ai 42 mm, sono leggermente più grandi rispetto ai maschi. Quest’ultimi misurano infatti dai 25 ai 39,5 mm.

Dendrobate dorato - Dendrobates auratus
Foto: Brian Gratwicke @Flickr Dendrobate dorato – Dendrobates auratus

Habitat

Sono animali terrestri che vivono nelle foreste pluviali. Preferiscono i terreni in pianura ed in prossimità dei corsi d’acqua. Questa specie di rana vive fino ad un’ altitudine di 1.000 metri sul livello del mare.

Sono animali diurni e fortemente adattabili. Nel 1932, 206 esemplari di Dendrobates auratus sono stati rilasciati alle Hawaii nel tentativo di debellare alcuni insetti non nativi. Ad oggi il dendrobate dorato è ancora presente alle Hawaii dove vive e prospera.

Dieta

Si nutrono di piccoli invertebrati, in particolar modo mangiano una specie di formiche da cui ottengono il veleno. Queste formiche infatti contengono alcaloidi che le rane riescono ad immagazzinare nella loro pelle e che le rende quindi velenose.

Quando il Dendrobates auratus viene allevato in cattività infatti, perde la sua velenosità. Questo perchè non viene alimentato con le formiche che trova normalmente in natura nel suo habitat.

Queste rane catturano le loro prede grazie alla loro vista ed alla loro lingua appiccicosa. Attraverso la colorazione vivace e grazie al suo veleno, il dendrobate dorato evita di essere predato.

Dendrobate dorato - Dendrobates auratus
Foto: Brian Gratwicke @Flickr

Veleno

Da tempo questa specie di rana viene utilizzata dalle popolazioni locali per avvelenare i dardi delle cerbottane. Attualmente le case farmaceutiche stanno studiando la possibilità di sviluppare un antidolorifico partendo dal veleno delle rane.

Il loro veleno contiene un composto chiamato epibatidina che pare avere proprietà analgesiche 200 volte più potenti di quelle della morfina. Nel veleno delle rane appartenenti alla famiglia Dendrobatidae sono stati isolati oltre 80 alcaloidi. Attualmente si sa ancora poco sul loro funzionamento e sui loro effetti sul sistema nervoso e muscolare.

Anche se il veleno del dendrobate dorato non è il più potente delle rane appartenenti a questa famiglia, tuttavia è sempre un veleno molto tossico. Una piccola quantità di questo veleno è in grado di arrestare il cuore in un essere umano.

Questa varietà di rana rilascia il suo veleno solo quando si sente minacciata. Il veleno viene prodotto dalle apposite ghiandole presenti sulla pelle. Per essere avvelenati occorre quindi toccare la rana ed avere un qualche graffio  o ferita che ne acceleri l’assorbimento.

Dendrobate dorato - Dendrobates auratus
Foto: Brian Gratwicke @Flickr

Riproduzione

I maschi del Dendrobates auratus combattono tra di loro per l’assegnazione dei territori che restano poi fissati per tutta la stagione degli amori. Durante la stagione dell’accoppiamento il maschio attrae la femmina tramite particolari vocalizzi. La stagione degli amori inizia a metà luglio e si protrae fino a metà settembre.

Terminato l’accoppiamento la femmina depone fino a 6 uova in una pozza d’acqua. Le uova sono protette all’interno di una sostanza gelatinosa.

Da questo periodo in poi è il maschio che si prende cura delle uova. A periodi regolari le controlla e si assicura che tutto sia a posto. Una volta che dalle uova escono i girini, il maschio li carica sul suo dorso e li porta in un luogo più adatto al loro sviluppo. Solitamente un torrente o una grande pozza d’acqua.

Durante questo viaggio i girini restano attaccati al dorso del padre attraverso una secrezione di muco. Una volta arrivati a destinazione, i girini vengono lasciati a loro stessi ed impiegheranno 6 settimane per trasformarsi in rane adulte.

Diffusione

Diffusione Dendrobate dorato - Dendrobates auratus
Diffusione Dendrobate dorato – Dendrobates auratus

La Dendrobates auratus è presente in Colombia, Costa Rica, Nicaragua ed a Panama.

Dendrobate Dorato – Dendrobates auratus