Scorpione di Durango – Centruroides suffusus

Scorpione di Durango – Centruroides suffusus

Lo scorpione di Durango, nome scientifico Centruroides suffusus, è una specie di aracnide appartenente alla famiglia Buthidae.

Si chiama scorpione di Durango proprio perché è endemico dello stato di Durango, in Messico. Tra gli scorpioni messicani è sicuramente uno dei più pericolosi.

Scorpione di Durango - Centruroides suffusus

Photo Credit: Wikimedia Commons

Sullo Centruroides suffusus c’è anche una simpatica leggenda legata alla vecchia prigione di Durango. La leggenda racconta che se un detenuto veniva messo in una determinata cella di quella prigione sarebbe morto durante la notte. Nessuno riusciva a capire il perché.

Quando un ragazzo di nome Juan, condannato a morte, fu rinchiuso nella cella maledetta, gli fu detto che avrebbe potuto riavere la sua libertà se fosse sopravvissuto. Durante la notte il ragazzo si accorse della presenza di un Centruroides suffusus, lo catturò e la mattina dopo lo mostrò ai carcerieri. Come promesso Juan fu liberato e il mistero della cella maledetta fu risolto.

Aspetto del Centruroides suffusus

Lo scorpione di Durango è di medie dimensioni, con una lunghezza che va dai 5 ai 7,5 cm.

La colorazione del corpo è giallo ocra anche se a volte può essere bruna-rossastra. Questa specie si caratterizza per la presenza di una macchia nera sulla zona dorsale anteriore del carapace e per un paio di bande longitudinali. Questi scorpioni hanno una macchia scura nell’area ante-oculare che però non forma un triangolo evidente come nel C. vittatus.

Le zampe, le chele, la parte inferiore della coda e la parte superiore dei cheliceri si presentano tutti screziati o con un colore chiaro uniforme.

Le chele sono lunghe e sottili, caratteristica che accomuna gli scorpioni più velenosi. Il pungiglione è evidente.

Habitat

Il Centruroides suffusus si può trovare sotto qualsiasi superficie che gli fornisca riparo. È quindi spesso presente sotto rocce, sassi, tronchi, assi, detriti e qualsiasi altro oggetto che possa proteggerlo.

Questa specie è presente anche negli insediamenti umani.

Alimentazione

Lo scorpione di Durango, come gli altri membri della famiglia Buthidae, si nutre di altri artropodi. Nella sua dieta sono quindi inclusi ragni, solifugi e una serie di altri insetti. Mangiano anche altri scorpioni.

Veleno

Il veleno del Centruroides suffusus è di tipo neurotossico e può provocare seri problemi agli esseri umani. Questo veleno contiene almeno sette diverse β-tossine che colpiscono i mammiferi, di cui la CssII è considerata la principale. In particolare, questa tossina blocca i canali del sodio e ha un LD50 sottocutaneo di 0,025 mg/kg.

La puntura di questa specie è una delle poche che può effettivamente causare la morte anche in esseri umani adulti sani.

I sintomi dell’avvelenamento sono numerosi. Nei casi meno gravi si riscontrano dolore e arrossamento locale, irrequietezza, formicolio, ipersalivazione, tosse, nausea, vomito.

Nei casi seri sono presenti sintomi quali sonnolenza, crampi, mancanza di respiro, pallore, problemi di linguaggio.

Nei casi gravi compaiono convulsioni, febbre, movimenti involontari, insufficienza respiratoria e/o cardiaca e, purtroppo, anche la morte.

A tutto questo va aggiunta la possibilità che il paziente sviluppi uno shock anafilattico.

Cosa Fare in Caso di Puntura

Il veleno dello scorpione di Durango può rappresentare un serio pericolo per la salute e richiede cure mediche.

Se vieni punto da questa specie pulisci la zona colpita con acqua e sapone e recati all’ospedale più vicino. Se puoi, fotografa lo scorpione per velocizzare il riconoscimento della specie e permettere ai sanitari di somministrarti l’antidoto giusto.

Contro il veleno di questa specie può essere usato un antidoto polivalente per i Centruroides. La puntura può essere trattata anche con un antidoto polivalente meno specifico come Alacramyn.

Riproduzione

Sulla biologia riproduttiva di questa specie si sa pochissimo, a causa della mancanza di studi in merito. In generale, come altre specie appartenenti al genere Centruroides, nella stagione delle piogge si osserva un maggior numero di femmine con piccoli.

I maschi depositano il loro spermatoforo in un punto del terreno. In seguito vi spingono le femmine sopra in modo da far entrare lo sperma nell’apparato riproduttivo. In questo modo l’accoppiamento è completato.

Lo sviluppo embrionale richiede alcuni mesi, verranno quindi al mondo dei piccoli già completamente formati.

La dimensione della nidiata è variabile, la media è di 18 piccoli alla volta.

Stato di Conservazione

È una specie molto comune e abbondante, tanto da essere considerata un grave problema sanitario nella sua area di distribuzione.

Lo scorpione di Durango non rientra in alcuna categoria di rischio nelle normative nazionali o internazionali.

Diffusione

Mappa diffusione Scorpione di Durango - Centruroides suffusus
Mappa diffusione Scorpione di Durango – Centruroides suffusus

Il Centruroides suffusus vive in Messico, distribuito negli stati di Durango, Sinaloa e Nayarit

Scorpione di Durango – Centruroides suffusus

Guarda Anche

Androctonus bicolor - Scorpione nero dalla coda spessa

Androctonus bicolor – Scorpione nero dalla coda spessa

Androctonus bicolor L’Androctonus bicolor è comunemente chiamato scorpione nero dalla coda spessa, in inglese Black …