Fat-Tailed Scorpion – Androctonus crassicauda

665

Fat-tailed Scorpion – Androctonus crassicauda

Il fat-tailed scorpion Androctonus crassicauda, è un pericoloso scorpione appartenente alla famiglia Buthidae.

Il fat-tailed scorpion non ha un nome equivalente in italiano, la traduzione del suo nome è scorpione dalla coda grassa.

Fat-tailed scorpion - Androctonus crassicaudaPhoto Credit: Wikimedia Commons

Al genere Androctonus appartengono 18 specie di scorpioni che sono considerate tra le più pericolose al mondo.

La parola Androctonus significa uccisore di uomini. Il termine deriva dal greco andras che significa uomo e da kteinein che significa uccidere.

Crassicauda invece significa dalla coda grassa. La parola deriva dal latino crassus che significa grasso e da cauda che significa coda.

Gli scorpioni appartenenti al genere Androctonus sono dotati di un veleno neurotossico molto potente e letale per l’uomo. Malgrado questo pericolo, sono molte le persone che li allevano in cattività con tutti i rischi che ne conseguono.

Fat-tailed Scorpion: Aspetto

L’ Androctonus crassicauda è uno scorpione di medie dimensioni, in genere la sua lunghezza non supera i 10 cm. La colorazione è abbastanza variabile e spazia dal marrone rossastro al nero. Le femmine sono più lunghe rispetto ai maschi ma hanno i pedipalpi più sottili.

L’addome del fat-tailed scorpion è lungo e formato da 7 segmenti di colore nero marrone. Le zampe sono 8, di colore marrone rossastro scuro. La coda è molto robusta e divisa in 5 segmenti, il suo colore è marrone rossastro scuro. L’ultimo dei 5 segmenti contiene il pungiglione e l’apparato velenoso.

Fat-tailed scorpion - Androctonus crassicauda
Photo Credit: © Nicklas Strömberg

Alcune parti del loro corpo come la coda, i pedipalpi ed anche le zampe, sono ricoperte da sottilissimi peli sensoriali. Questi peli vengono usati dal fat-tailed scorpion per riconoscere il terreno. La loro vista infatti è molto limitata e quindi questi animali usano i peli sensoriali per muoversi nell’ambiente.

Habitat

Il fat-tailed scorpion abita le zone aride e sabbiose dei deserti. Lo si trova anche in zone a clima temperato, tropicale e sub tropicale. Normalmente durante le ore più calde del giorno se ne sta al riparo in piccole tane sotto alla sabbia, sotto alle rocce, nelle fessure o sotto ai detriti.

Di notte, quando esce in cerca di cibo, si introduce spesso all’interno delle abitazioni. Questo causa seri rischi, soprattutto per i bambini e per gli anziani.

Alimentazione

L’Androctonus crassicauda è un animale notturno che utilizza i suoi peli sensoriali per scovare le sue prede. Si nutre di insetti, ragni, lucertole, roditori ed anche altre specie di scorpioni. In genere preda ogni animale più piccolo di lui.

Il fat-tailed scorpion utilizza i pedipalpi per catturare ed immobilizzare le sue prede. Una volta immobilizzate, inietta loro il veleno con il pungiglione. Il veleno ha effetto immediato e paralizza la malcapitata preda in pochi secondi. Il veleno ha anche un altro effetto sulle prede. Infatti, oltre ad ucciderle, scioglie anche i loro organi interni con cui poi lo scorpione si ciba succhiandone i liquidi.

Il Veleno del Fat-tailed Scorpion

Lo scorpione fat-tailed ha un veleno molto potente e fatale anche per l’uomo. Il suo LD50 è di 0,18 mg/Kg, che lo rende uno degli animali più tossici del mondo. Il veleno è composto da neurotossine, cardiotossine, nefrotossine, istamine, serotonine, triptofani, ialuronidasi e fosfodiesterasi.

Ha componenti neurotossici che agiscono molto rapidamente attaccando il sistema nervoso centrale. La sua puntura può provocare danni al miocardio, disturbi cardiovascolari, edema polmonare ed anche la morte. I bambini e gli anziani sono i più esposti al rischio di morte.

I primi hanno un corpo più piccolo ed un sistema immunitario non ancora completamente formato. La quantità di veleno quindi è in grado di fare molti più danni rispetto al corpo di un adulto.

Gli anziani invece hanno un sistema immunitario non più pienamente efficiente per far fronte ad un veleno così potente.

I sintomi più comuni che si manifestano dopo la sua puntura sono: dolore intenso, sudorazione, salivazione, vomito, ipotensione, ipertensione, bradicardia, tachicardia e stato confusionale. Negli uomini possono verificarsi anche casi di priapismo.

Fat-tailed scorpion - Androctonus crassicauda
Photo Credit: Avi Ben Zaken – Evilhakfar

Cosa Fare in Caso di Puntura

Ecco cosa fare in caso di puntura del fat-tailed scorpion:

  • In primo luogo è necessario assicurarsi che lo scorpione non sia più in grado do pungere. In secondo luogo la vittima del morso va rassicurata e convinta a stendersi a terra. Alcune persone possono venir prese dal panico e fare cose irrazionali. Per rassicurarle occorre ricordare loro che raramente, grazie alla disponibilità dell’antidoto, le punture di scorpione sono letali.
  • La ferita non va toccata, al massimo è possibile passare un panno umido per rimuovere l’eventuale veleno in superficie.
  • Se disponibile, applicare un impacco di ghiaccio per lenire il dolore.
  • Togliere eventuale braccialetti ed anelli che, in caso di gonfiore, potrebbero causare degli ulteriori problemi.
  • Se possibile, immobilizzare l’arto morso con mezzi di fortuna.
  • Catturate o fotografate lo scorpione in modo da poter facilitare il compito al personale medico.

Riproduzione

Durante la stagione degli amori lo scorpione fat-tailed maschio abbandona la sua tana in cerca di una femmina disponibile. Una volta trovata la afferra per i pedipalpi e dà inizio ad un rituale di corteggiamento molto complesso.

Il rituale si conclude quando il maschio trova un luogo adatto dove depositare lo spermatoforo. In seguito il maschio guida la femmina sullo spermatoforo; questa vi si adagia sopra e introduce lo sperma del suo organo genitale.

L’Androctonus crassicauda è viviparo, i piccoli quindi, dopo la fecondazione, si sviluppano direttamente all’interno del corpo materno. Non appena usciti dal grembo materno i piccoli, che misurano circa 3 cm, si arrampicano sul dorso della madre. Qui restano fino alla prima muta che in genere si verifica dopo diversi gironi.

Diffusione Androctonus crassicauda

Diffusione Fat-Tailed Scorpion - Androctonus crassicauda
Diffusione Fat-Tailed Scorpion – Androctonus crassicauda

Il fat-tailed scorpion vive in Afghanistan, Algeria, Arabia Saudita, Armenia, Azerbaigian, Bahrein, Egitto, Emirati Arabi Uniti, Ciad, Eritrea, Giordania, India, Iran, Iraq, Israele, Kuwait, Libano, Libia, Marocco, Oman, Pakistan, Qatar, Senegal, Siria, Sudan, Togo, Tunisia, Turchia e Yemen.

Fat-Tailed Scorpion – Androctonus crassicauda