Echis ocellatus – Echide ocellato

Echis ocellatus – Echide ocellato

L’Echis ocellatus è un serpente velenoso appartenente alla famiglia Viperidae.

Questa specie è comunemente conosciuta come west african carpet viper e ocellated carpet viper. In italiano questo serpente viene talvolta chiamato echide ocellato o vipera ocellata.

Echis ocellatus - Echide ocellato

Photo Credit: Johansson Anders

Il nome della specie, ocellatus, si riferisce alla serie di macchie che attraversano tutto il corpo di questo rettile. Le macchie assomigliano infatti a degli occhi o ocelli che aiutano il serpente a mimetizzarsi e fungono da esca.

Originariamente, l’Echis ocellatus era considerata una sottospecie della vipera rostrata e fu descritta per la prima volta nel 1870. Questa vipera è responsabile di più vittime umane per il morso di un serpente rispetto a tutte le altre specie africane messe insieme. In Senegal il suo morso è la causa più comune di morte provocata da un serpente.

Al momento non sono conosciute sottospecie.

Aspetto dell’Echis ocellatus

L’Echis ocellatus non è un rettile di grandi dimensioni. La sua lunghezza media è compresa tra i 30 e i 50 cm. L’esemplare più grande documentato misurava 65 cm.

Tra tutte le specie del genere Echis, sicuramente questa è la più bella. Il corpo ha un aspetto solido, la coda è corta.

Il colore di fondo è rosato o beige. Sulla parte superiore del corpo sono presenti i famosi ocelli, circondati da strisce marrone scuro. I lati del corpo presentano macchie da marrone scuro a nere. Sulla sommità della testa è ben visibile un disegno marrone scuro.

Il muso è corto e gli occhi molto sporgenti, tipici del genere Echis. Le pupille sono ellittiche e verticali.

Le squame sono fortemente carenate.

Habitat

L’ echide ocellato, visto le zone in cui vive, predilige il clima tropicale. È possibile trovarlo principalmente nella savana e, occasionalmente, nelle zone boschive.

Alimentazione

Questa vipera si nutre di piccoli vertebrati come topi, uccelli, lucertole e anfibi. Nel caso in cui non siano disponibili prede migliori, caccia anche piccoli invertebrati come i millepiedi e gli scorpioni.

Comportamento e Riproduzione

Questo rettile è terrestre, notturno/crepuscolare. Solitamente è attivo nelle prime ore della notte.

È oviparo, depone cioè le uova. Nonostante le piccole dimensioni, le femmine di questa specie possono arrivare a deporre dalle 6 alle 50 uova in una sola covata, di solito alla fine della stagione secca. Dopo circa un mese, vengono alla luce i piccoli che, alla nascita, misurano dai 10 ai 12 cm.

Questa vipera è solitamente molto aggressiva. Quando si sente minacciata assume la classica posizione di difesa ad S e strofina le sue squame tra loro per emettere un suono di avvertimento. Se il nemico non indietreggia, non esita a mordere.

Veleno dell’Echis ocellatus

Il veleno dell’Echis ocellatus è considerato molto pericoloso per l’uomo. Può portare a gravi complicazioni e, senza la somministrazione dell’antidoto, la morte può sopraggiungere molto rapidamente.

Il suo veleno ha un LD50 intravenoso pari a 2,71 mg/kg ed è di tipo principalmente emotossico e citotossico. È composto da pro coagulanti, anticoagulanti, emorragine, neprotossine e necrotossine.

Sintomi

Se si viene morsi da un echide ocellato i sintomi locali includono: dolore e gonfiore nella zona del morso, petecchie, vesciche e necrosi che possono essere tanto gravi da portare all’amputazione dell’arto.

I sintomi sistemici possono invece essere:

  • Mal di testa/Nausea
  • Vomito
  • Diarrea
  • Tremori
  • Forte dolore allo stomaco
  • Vertigini
  • Sanguinamento dalle gengive
  • Emorragie interne
  • Coagulopatia
  • Ipotensione
  • Stato di incoscienza
  • Insufficienza renale
  • Cecità
  • Shock anafilattico

Se il trattamento medico non sarà tempestivo a questi sintomi seguirà velocemente il coma e successivamente la morte.

Trattamento di Primo Soccorso ed Antidoto

Il morso dell’Echis ocellatus è pericolosissimo quindi è assolutamente necessario raggiungere un ospedale il prima possibile.

Nel frattempo, non tagliare o succhiare la ferita e non metterci sopra creme o pomate. Pratica una fasciatura a pressione e stecca l’arto colpito come puoi, cercando di immobilizzarlo.

Contro questo veleno esistono 2 antidoti, Echitab-plus-ICP prodotto dal Costa Rica e EchiTabG prodotto invece dal Regno Unito. Possono essere necessarie dosi multiple.

Il veleno di questa vipera provoca importanti perdite di sangue. Per questo in ospedale viene spesso praticata l’idratazione per via endovenosa.

Diffusione

Mappa diffusione Echis ocellatus
Mappa diffusione Echis ocellatus

L’Echis ocellatus vive in Mauritania, Senegal, Guinea, Mali, Costa d’Avorio, Burkina Faso, Ghana, Togo, Benin, Gambia, nord del Camerun, sud del Ciad, Niger meridionale e Nigeria.

Echis ocellatus – Echide ocellato

Guarda Anche

Habu di Taiwan - Protobothrops mucrosquamatus

Habu di Taiwan – Protobothrops mucrosquamatus

Habu di Taiwan – Protobothrops mucrosquamatus L’habu di Taiwan, nome scientifico Protobothrops mucrosquamatus, è un …

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com