Cobra Monocolo – Naja kaouthia

255

Cobra Monocolo – Naja kaouthia

Il cobra monocolo, nome scientifico Naja kaouthia, è un serpente velenoso appartenente alla famiglia Elapidae.

Cobra Monocolo – Naja kaouthia

Nel corso degli anni questa specie ha avuto nome scientifici sempre diversi. Nel 1940, il cobra monocolo fu classificato come sottospecie del cobra dagli occhiali sotto il trinomio Naja naja kaouthia. Solo successivamente questo serpente velenoso fu ritenuto una specie a parte.

Il cobra monocolo è conosciuto anche con i nomi di cobra thailandese, cobra del Bengala e monocellate cobra.

Questa specie è diffusa nel sud-est asiatico e provoca il più alto tasso di mortalità per morso di serpente in Thailandia.

Aspetto

Il Naja kaouthia è di dimensioni medie. La sua lunghezza oscilla di solito tra il metro e il metro e mezzo anche se sono stati documentati esemplari di 2,2 mt.

Il corpo ha un aspetto pesante, è compresso dorso-ventralmente ed è cilindrico posteriormente. Il colore può variare dal marrone chiaro al grigio scuro fino al nero. Il ventre è generalmente dello stesso colore del dorso, ma più chiaro.

Sulla superficie inferiore del cappuccio, sotto al muso, può presentare una o due barre laterali verticali nere.

Presenta lunghe vertebre cervicali in grado di espandersi per formare il classico cappuccio quando si sente minacciato.

Il cobra monocolo è spesso facilmente identificabile. Osservando il retro del cappuccio infatti, si nota il monocolo, ossia una macchia a forma di cerchio o di occhio. Il suo nome comune è dovuto proprio a questa caratteristica ma non tutti gli esemplari di questa specie hanno questa macchia.

La testa è ellittica, depressa, poco distinta dal collo, con un muso corto e arrotondato e grandi narici. Gli occhi sono di medie dimensioni, con pupille rotonde.

I denti veleniferi sono fissi e posizionati nella parte anteriore della mandibola. Le zanne misurano circa 6 mm e sono moderatamente adattate per lo sputo del veleno.

Le squame dorsali sono lisce e fortemente oblique.

Habitat del Cobra Monocolo

Il Naja kaouthia vive in una vasta gamma di habitat diversi. Possiamo trovarlo nelle pianure erbose, nei campi aperti, nella giungla, nelle praterie e nelle foreste.

Solitamente questa specie predilige gli habitat vicino all’acqua come le risaie, le paludi e le foreste di mangrovie. È possibile però trovare questo serpente velenoso anche nei terreni agricoli e negli ambienti urbani.

Il cobra monocolo di solito si trova ad altitudini che non superano i 1.000 mt. sul livello del mare.

Alimentazione

I giovani di questa specie si nutrono principalmente di rospi e rane mentre gli adulti predano piccoli mammiferi come i roditori, altri serpenti, uccelli, uova e occasionalmente anche pesci.

Comportamento

Il cobra monocolo è solitamente crepuscolare o notturno, anche se è possibile trovarlo la mattina tra alberi e cespugli mentre cerca di scaldarsi al sole. Normalmente durante il giorno ama nascondersi sotto le foglie, la legna o altri detriti. Spesso viene trovato nei fori degli alberi e nelle tane di roditori abbandonate.

È un animale terrestre anche se negli habitat più umidi può adattarsi, diventando tranquillamente semi-acquatico.

Questi animali sono estremamente attenti e reattivi. Diventano particolarmente irritabili quando fa molto caldo, sopra i 35°.

Quando si sente in pericolo il Naja kaouthia preferisce fuggire ma, se non gli è possibile, non esita a mordere. Lo schema difensivo è quello comune agli altri cobra. Se si sente in pericolo solleva la parte anteriore del corpo, estende il cappuccio e sibila rumorosamente per avvertire l’aggressore. Se la minaccia persiste, il serpente si scaglia velocemente in avanti per mordere.

In rari casi, limitati solo ad alcune popolazioni di questi serpenti, il cobra sputa il suo veleno per colpire l’aggressore agli occhi.

La maggior parte dei morsi di questa specie di cobra si verificano quando le persone cercano di catturare, maneggiare o uccidere questo serpente. Molto frequenti anche i morsi a causa del calpestamento.

Veleno del Cobra Monocolo

Il veleno del cobra monocolo è altamente tossico con un LD50 intravenoso pari a 0,373 mg/kg.

È un veleno prevalentemente neurotossico e citotossico. La neurotossina presente in quantità maggiori è la così detta α-cobratossina, tipica dei serpenti appartenenti al genere Naja.

Il veleno del Naja kaouthia contiene anche miotossine e cardiotossine che vanno ad intaccare i muscoli e i cuore. Anche se non sempre inietta il veleno, se si viene morsi da questo cobra si ha il 60-80% di possibilità di essere avvelenati.

Sintomi

I sintomi locali del veleno del cobra monocolo si manifestano da 1 a 4 ore dopo il morso e includono dolore, grave gonfiore, lividi, vesciche ed estesa necrosi.

I sintomi sistemici sono i seguenti:

  • Rossore del viso
  • Sonnolenza
  • Mal di testa
  • Nausea e/o vomito
  • Dolore addominale
  • Diarrea
  • Vertigini
  • Ipotensione
  • Collasso
  • Paralisi
  • Convulsioni

La morte può verificarsi nel giro di un’ora, per arresto respiratorio. Tuttavia il tasso di mortalità per morsi di questa specie non trattati è piuttosto basso, si aggira intorno all’1-10%.

Trattamento di Primo Soccorso ed Antidoto

Nel caso in cui si venisse morsi da un cobra monocolo è necessario raggiungere un ospedale.
Togli eventuali anelli e bracciali che potrebbero creare dei problemi per la diffusione del gonfiore.
Non prendere analgesici e non applicare creme e pomate sulla ferita perché altererebbero i sintomi, rendendo più complesso il lavoro dei medici. Non cercare di succhiare via il veleno.

Cobra Monocolo – Naja kaouthiaPhoto Credit: Tontantravel@Flickr

Pratica una fasciatura a pressione sull’arto colpito e cerca di tenerlo immobile, magari con una steccatura.

Contro il veleno del Naja kaouthia sono disponibili 5 antidoti, polivalenti e bivalenti. È stato inoltre dimostrato in uno studio preliminare che l’estratto della Mimosa pudica neutralizza le tossine presenti in questo veleno.

Riproduzione del Cobra Monocolo

Questa è una specie ovipara, depone cioè le uova.

L’accoppiamento avviene dopo la stagione delle piogge. Le uova vengono incubate per 55-73 giorni e la deposizione avviene tra gennaio e marzo. Una covata è solitamente composta da 16-40 uova.

La femmina solitamente resta con le uova fino alla loro schiusa che avviene tra aprile e giugno.

I piccoli alla nascita misurano circa 20-30 cm e sono già dotati di veleno.

La durata della vita di questi rettili è lunga e arriva a circa 30 anni.

Conservazione

Questi animali vengono spesso uccisi dall’uomo per la carne e la pelle, tuttavia la cattura in natura è minima e non è probabile che questa causi un calo significativo della popolazione.

Secondo la lista rossa IUCN, il Naja kaouthia desta “minima preoccupazione”. Non è quindi considerata una specie a rischio di estinzione. Il cobra monocolo è elencato nell’appendice II CITES.

Diffusione

Mappa diffusione Cobra Monocolo – Naja kaouthia
Mappa diffusione Cobra Monocolo – Naja kaouthia

Il cobra monocolo vive in Bangladesh, Bhutan, Cambogia, Cina, India, Laos, Malesia, Birmania, Nepal, Thailandia e Vietnam.

Cobra Monocolo – Naja kaouthia