Serpente a Sonagli – Crotalus adamanteus

111

Serpente a Sonagli – Crotalus adamanteus

Il serpente a sonagli Crotalus adamanteus è un crotalo velenoso appartenente alla famiglia Viperidae.

Il nome crotalo deriva dal termine greco Krotalon che vuol dire sonaglio. Questo si riferisce agli anelli cornei presenti sulla punta della coda dei serpenti appartenenti a questo genere.

Serpente a Sonagli - Crotalus adamanteus

È il serpente a sonagli più pesante e grande tra i crotali. Malgrado questo la specie più conosciuta e diffusa è il Crotalus atrox.

Questo serpente a sonagli è conosciuto anche con il nome crotalo diamantino orientale. Altri lo chiamano serpente a sonagli orientale dal posteriore di diamante e serpente a sonagli d’acqua.

Il Crotalus adamanteus è il serpente velenoso più pesante presente in America.

Al momento non si conoscono delle sottospecie.

Aspetto

Il Crotalus adamanteus è un serpente a sonagli grande, con un corpo massiccio. La sua lunghezza media è di 1,7 mt, ma sono stati documentati esemplari di 2,1 mt. I maschi sono più grandi delle femmine.

Il peso medio di questo serpente a sonagli è di circa 2,5 kg. L’esemplare più pesante documentato arrivava a 6,8 kg.

Il colore di fondo è marrone, grigio, giallino o verde oliva. La zona dorsale è attraversata da un motivo geometrico, creato da macchie scure a forma di diamante. Il centro delle macchie è più chiaro dei bordi ed all’esterno sono contornate da una linea gialla o color crema. La coda ha solitamente una sfumatura di colore diversa dal resto del corpo ed è spesso attraversata da strisce scure.

Il ventre è giallino o color crema, con numerose screziature nere lungo i fianchi. Le squame sono carenate.

La testa è larga e piatta, ben distinta dal collo. Presenta una larga striscia scura che attraversa la zona degli occhi e finisce ai lati della bocca. Tra le narici e gli occhi sono presenti degli organi atti a rilevare il calore.

Gli occhi sono di medie dimensioni, le pupille sono verticali e si dilatano come quelle dei gatti.

I denti veleniferi sono proporzionati alla lunghezza del serpente a sonagli e solitamente piuttosto grandi. Un esemplare di lunghezza media ha denti veleniferi di circa 2 cm. I denti veleniferi di esemplari più grandi possono avvicinarsi ad una lunghezza di 3 cm.

Serpente a Sonagli - Crotalus adamanteus
Serpente a Sonagli – Crotalus adamanteus

Habitat

Il Crotalus adamanteus vive nei boschi, nei palmeti, nelle pinete, nelle pianure costiere e tra le dune di sabbia.

Generalmente preferisce le aree secche ed asciutte ma può vivere ai confini di zone umide come le paludi erbose.

Durante l’estate e l’inverno, trova riparo nei tronchi concavi degli alberi e nelle tane delle tartarughe gopher.

È possibile trovare questo serpente ad un’altitudine massima di 500 mt sul livello del mare.

Comportamento Serpente a Sonagli

Questo serpente a sonagli è principalmente diurno. È più attivo al mattino ed alla sera. Nelle regioni più fredde in inverno va in letargo, nascosto nei tronchi cavi degli alberi o nelle tane delle tartarughe.

Il crotalo diamantino orientale vive a terra anche se occasionalmente può essere trovato su dei cespugli o degli alberi alla ricerca di prede. A causa delle sue notevoli dimensioni è un pessimo arrampicatore. In compenso è un eccellente nuotatore. Il Crotalus adamanteus è stato visto più volte attraversare dei fiumi a nuoto.

È un animale solitario e di solito poco aggressivo. Tuttavia è grande e potente, quindi è bene non provocarlo.

La maggior parte della gente crede che, essendo un serpente a sonagli, questo rettile avvisi sempre con il suono un suo imminente attacco. In realtà il comportamento di questo animale è molto variabile e potrebbe attaccare senza aver prima fatto vibrare il suo sonaglio.

Alcuni esemplari restano sempre in silenzio, altri fanno vibrare i sonagli quando la minaccia si trova ad una distanza di 30 metri. Il comportamento più comune è comunque la vibrazione dei sonagli ad una distanza di circa 6-9 metri dal pericolo.

Quando si sente minacciato, il crotalo diamantino orientale cerca la fuga indietreggiando verso un nascondiglio qualsiasi.

Se non trova vie di fuga, solleva la parte anteriore del corpo, nella classica posizione di attacco ad S. Quando attacca può colpire ad una distanza pari ad un terzo della lunghezza del suo corpo e mordere ripetutamente.

Serpente a Sonagli - Crotalus adamanteus

Veleno

Il veleno del Crotalus adamanteus è molto tossico, con un LD50 intravenoso pari a 1,65 mg/kg.

Questa specie di serpente a sonagli inoltre, è in grado di inoculare grandi quantità di veleno. La quantità media di veleno che questo rettile è in grado di produrre è tra i 370 ed i 720 mg. Gli esemplari più grandi possono arrivare a produrre dagli 800 ai 1000 mg!

È un veleno emotossico e miotossico, provoca cioè gravi emorragie e necrosi estese. Contiene inoltre un peptide che impedisce la trasmissione neuromuscolare e che può quindi portare all’insufficienza cardiaca.

Il tasso di mortalità a causa del morso del Crotalus adamanteus è del 40%.

Sintomi

I sintomi locali di avvelenamento sono dolore intenso, gonfiore esteso, lividi, vesciche, sanguinamento abbondante della ferita e scolorimento dell’arto che è stato morso.

I sintomi più gravi sono:

  • Mal di testa e debolezza
  • Nausea, vomito e diarrea
  • Dolore addominale
  • Necrosi
  • Vertigini
  • Ipotensione
  • Emorragie
  • Sanguinamento dalla bocca
  • Convulsioni e fascicolazione
  • Difficoltà respiratorie
  • Polso debole
  • Parestesia
  • Collasso
  • Insufficienza cardiaca

La morte sopraggiunge per emorragia o arresto cardiaco.

Trattamento di Primo Soccorso ed Antidoto

Essere morsi da un serpente a sonagli è estremamente pericoloso quindi è necessario raggiungere un ospedale al più presto.

Nel frattempo liberatevi di eventuali anelli e bracciali che potrebbero complicare le cose con il sopraggiungere del gonfiore.

Non tagliate o succhiate la ferita. Evitate di prendere analgesici perché altererebbero i sintomi rendendo il lavoro dei medici più difficile. Non spalmate sulla ferita creme o pomate di alcun tipo.

Praticate una fasciatura a pressione per rallentare la circolazione linfatica. Steccate l’arto colpito per tenerlo il più immobile possibile.

Dato che il veleno del Crotalus adamanteus è necrotizzante, è importante iniettare l’antidoto il prima possibile. L’antidoto ferma l’estendersi della necrosi ma non può fare nulla su quella già presente.

Contro il veleno di questa specie esistono 2 tipi di antidoto polivalente.

Serpente a Sonagli - Crotalus adamanteus

Alimentazione

Questo serpente a sonagli si nutre di una grande varietà di piccoli mammiferi, roditori, conigli, grandi insetti, lucertole e, solo occasionalmente, uccelli.

Le prede più grandi vengono morse e poi rilasciate. Il crotalo diamantino orientale mangerà la sua vittima quando sarà morta a causa del veleno, dopo averla ritrovata seguendone l’odore.

Accoppiamento e Riproduzione

Questo serpente a sonagli è ovoviviparo, le uova si schiudono nel ventre materno e vengono alla luce piccoli vivi.

I maschi effettuano un combattimento rituale per avere diritto all’accoppiamento. Sollevano la parte anteriore del corpo e si intrecciano tra loro cercando di spingere la testa dell’avversario a terra.

L’accoppiamento avviene tra la fine dell’estate e la fine dell’autunno. La gestazione dura 6/7 mesi.

In estate verranno alla luce dai 7 ai 21 piccoli, lunghi circa 35 cm. I piccoli sono uguali agli adulti ma presentano una sorta di bottoncino al posto del sonaglio, che si svilupperà con il tempo.

I piccoli resteranno con la madre solo per alcune ore dopo la nascita per poi andarsene alla ricerca di cibo e di un riparo. Purtroppo così si espongono a molti predatori, quindi la mortalità di questi serpenti in questa fase è molto alta.

Il crotalo diamantino orientale in cattività può raggiungere i 20 anni, in natura si presume che viva molto meno.

Conservazione

Secondo la lista rossa IUCN, c’è una minima preoccupazione per l’estinzione di questa specie di serpente a sonagli. Questo probabilmente perché, data l’ampia diffusione, si presume che esistano molti esemplari in natura.

In realtà secondo alcuni studiosi, la popolazione di questi rettili si è già ridotta moltissimo rispetto al 2007. Per questo la sua condizione è attualmente in revisione per poter essere aggiunta all’elenco delle specie in pericolo di estinzione.

L’espansione urbana ed agricola stà divorando l’habitat naturale di questa specie. Inoltre gli esseri umani uccidono questo serpente a sonagli a vista, perché incute molta paura.

Il Crotalus adamanteus adulto, dato le sue considerevoli dimensioni, non ha predatori naturali.

I piccoli invece, vengono spesso predati dalle volpi, i falchi, le acquile ed anche da altri serpenti.

In Louisiana questa specie potrebbe essersi estinta dato che l’ultimo avvistamento risale al 1995. Nella Carolina del Nord il Crotalus adamanteus è protetto dalla legge. In Florida è necessario avere un permesso per detenere questo serpente a sonagli in cattività.

Diffusione

Mappa diffusione Serpente a Sonagli - Crotalus adamanteus
Mappa diffusione Serpente a Sonagli – Crotalus adamanteus

Il serpente a sonagli Crotalus adamanteus vive nel sud-est della Carolina del Nord, nella Carolina del Sud, nel sud-est della Louisiana, in Florida, nel sud della Georgia, nel sud dell’Alabama e nel sud del Mississippi.

Serpente a sonagli – Crotalus adamanteus