Serpente liana verde – Ahaetulla nasuta

1265

Serpente Liana Verde – Ahaetulla nasuta

Il serpente liana verde, nome scientifico Ahaetulla nasuta, è un serpente velenoso appartenente alla famiglia Colubridae.

Ahaetulla nasuta - Serpente liana verdePhoto Credit: Bernard DUPONT@Flickr

Il serpente liana verde è comunemente chiamato in questo modo perché assomiglia effettivamente ad una liana. La sua forma, il suo colore e le sue movenze gli permettono di mimetizzarsi perfettamente con la vegetazione.

Questa specie è conosciuta anche con il nome di serpente nasuto asiatico o green vine snake.

Secondo una credenza assai diffusa in India, l’Ahaetulla nasuta userebbe la forma appuntita della sua testa per accecare gli uomini, attaccandoli dagli alberi. Il nome della specie Ahaetulla, in lingua singalese significa infatti “strappatore di occhi”. Ovviamente questa specie non attacca volontariamente l’uomo. Effettivamente però, il serpente liana verde cerca di difendersi mirando principalmente agli occhi se viene importunato o catturato.

Per via del suo aspetto particolare, l’Ahaetulla nasuta viene spesso venduta agli appassionati di serpenti. Questa specie però non è adatta ad essere allevata in cattività perché, essendo estremamente delicato, muore quasi sempre.

Questo serpente viene spesso confuso con l’Oxybelis fulgidus. In realtà quest’ultimo ha le pupille rotonde mentre il serpente liana verde le ha orizzontali.

Aspetto

Il serpente liana verde è abbastanza grande in termini di lunghezza. Le sue dimensioni medie variano tra gli 80 ed i 150 cm ma può raggiungere i 2 metri.

Il suo corpo è estremamente snello e flessuoso ed è compresso lateralmente. La coda è lunga e cilindrica. Il colore del dorso è normalmente verde brillante ma può essere nelle tonalità brune del marrone chiaro. Spesso una linea chiara percorre tutta la lunghezza dell’animale su entrambi i lati. Il ventre è giallino o verde chiaro.

La testa è ben distinta dal collo ed è allungata. Il muso è appuntito con un’appendice rostrale. Gli occhi sono grandi, le pupille sono orizzontali e a forma di serratura. L’iride è di colore dorato. Questi rettili sono opistoglifi, hanno cioè i denti veleniferi posizionati in fondo alla mandibola. I denti veleniferi non sono cavi come quelli degli Elapidi ma sono leggermente scanalati.

Le squame dorsali sono opache, lisce e oblique. La pelle interstiziale tra le squame è bianca e nera. Questo fa si che quando l’Ahaetulla nasuta si distende, appaiono delle piccole strisce bianche e nere tra le squame.

Habitat

Il serpente liana verde ama le zone umide e le foreste pluviali.

È facile trovarlo vicino ai corsi d’acqua, su alberi, arbusti e cespugli bassi. È presente nei terreni boschivi di pianura, fino a 1.000 mt di altitudine.

Comportamento

Questa specie è diurna ed arborea. Di notte riposa nelle cavità degli alberi o nascosto tra le foglie.

Il serpente liana verde è un arrampicatore elegante che solitamente si muove lentamente. È estremamente agile tra i rami grazie alle sue squame lisce che hanno una perfetta aderenza sulla corteccia degli alberi.

Può estendere circa la metà del suo corpo, lasciandosi oscillare e sembrando così parte integrante della vegetazione. Si avvicina alle prede un po’ alla volta, muovendosi a scatti come un ramo mosso dal vento. Attacca le sue vittime con uno scatto improvviso e, dopo il morso, mantiene la presa. A causa dei suoi denti veleniferi posteriori infatti, per riuscire ad iniettare il veleno questo rettile è costretto ad aprire e chiudere le mandibole più volte sulla sua preda.

Ha un carattere mite ma se si sente minacciato solleva la parte anteriore del corpo e spalanca la bocca come avvertimento. Assume la classica posizione di attacco ad S ed estende il suo corpo per apparire più minaccioso. In questo frangente si notano in modo evidente le linee bianche e nere tra le squame. Se provocato non esiterà a mordere mirando agli occhi.

Veleno

Il morso del serpente liana verde non è considerato generalmente pericoloso per gli esseri umani. In realtà infatti, questa specie non possiede nemmeno delle vere e proprie ghiandole velenifere ma le cosidette ghiandole di Duvernoy. Queste ghiandole producono una secrezione tossica, presumibilmente proteica, di cui non si conoscono i componenti.

Questo serpente inoltre è in grado di iniettare soltanto piccole quantità di veleno. Con un solo morso potrebbe arrivare ad inoculare al massimo 25 mg di veleno.

Visto che non si conosce la reale composizione del suo veleno è comunque buona norma non sottovalutarlo. Alcuni appassionati hanno infatti testimoniato degli effetti neurotossici del veleno.

Tutte le specie appartenenti alla famiglia Colubridae sono state per lungo tempo considerate innocue, salvo poi scoprire che alcune, come il boomslang, potevano essere perfino mortali.

Sintomi

Il veleno del serpente liana verde può causare gonfiore, dolore, lividi, eritemi, emorragie, intorpidimento e parestesia. I sintomi sono comunque tutti limitati all’area del morso. Non sono mai stati documentati sintomi sistemici attribuibili al morso di questo serpente.

Solitamente tutti i sintomi scompaiono gradualmente da soli nel giro di 3 giorni.

Se si viene morsi sul viso o sul collo però, i sintomi potrebbero essere molto più gravi. Esiste inoltre il reale rischio di contrarre un’infezione secondaria locale.

Trattamento di Primo Soccorso e Antidoto

Solitamente se si viene morsi da un serpente liana verde non si necessita di cure mediche. Tuttavia suggeriamo di recarsi comunque in ospedale per evitare lo svilupparsi di un’infezione e garantirsi una protezione adeguata dal tetano.

Contro il veleno di questa specie non esiste un antidoto.

Alimentazione

Il serpente liana verde è un predatore da agguato. Resta immobile tra i rami per moltissimo tempo, aspettando il passaggio di una preda.

Questa specie si nutre principalmente di lucertole e rane ma anche di topi, lumache, piccoli uccelli, gechi ed altri serpenti.

In cattività non è facile alimentare l’Ahaetulla nasuta perché è un animale piuttosto selettivo nella scelta del cibo.

Ahaetulla nasuta - Serpente liana verdePhoto Credit: tontantravel@Flickr

Riproduzione

Il serpente liana verde è ovoviviparo, le uova si schiudono nel ventre materno per dare alla luce piccoli vivi.

Il periodo dell’accoppiamento inizia con al stagione estiva e si conclude quando finiscono i monsoni. Dopo l’accoppiamento, la femmina può conservare gli spermatozoi del maschio per ritardare la fecondazione fino a 3 anni. La scelta del momento giusto per far nascere i figli dipenderà dalle condizioni climatiche e dalla disponibilità di cibo.

L’Ahaetulla nasuta generalmente mette al mondo nidiate di 5/20 piccoli. Il parto avviene sugli alberi e la madre non presta alcuna cura ai suoi figli che alla nascita sono già perfettamente autonomi.

Diffusione

Mappa diffusione Ahaetulla nasuta - Serpente liana verde
Mappa diffusione Ahaetulla nasuta – Serpente liana verde

Il serpente liana verde vive in India, Cambogia, Vietnam, Nepal, Sri Lanka, Birmania (Myanmar), Thailandia e Bangladesh.

Serpente liana verde – Ahaetulla nasuta